Tressette (Tresette)

Nel tressette non si possono rivelare in alcun modo le carte in proprio possesso, neanche tramite segni. Infatti si dice che il tressette fu inventato da due muti. Non a caso esiste il tressette col “morto”: si gioca in tre, ma in realtà è come si fosse in quattro, perché il quarto giocatore è il morto, che scopre completamente le sue carte, al compagno e agli avversari della giocata: per cui non si parla, perché chi gioca col morto è in apparente condizione di inferiorità, che sarebbe aggravata da eventuali comunicazioni fra gli altri due giocatori della squadra avversaria.

Nel gioco a quattro giocatori, queste comunicazioni soggiacciono a regole precise, nel senso che il frasario è depositato, fa parte del gioco: un giocatore, mentre comunica al compagno che gli sta di fronte come indirizzare la giocata, di fatto si scopre verso gli avversari.

Il tressette con “accusa” prevede la possibilità di ottenere dei punti aggiuntivi rispetto agli 11 del mazzo nel caso in cui un giocatore abbia in mano una particolare combinazione di carte.

In dettaglio:

•    il bongioco (o buon gioco) è un tris di assi, di due oppure di tre. Il palo del carico che manca viene chiamato “fagliante”. Tale combinazione vale tre punti; nel caso di quattro carte uguali il bongioco vale quattro punti e, in alcune varianti regionali, si chiama “stella”.
•    la napoli (o napoletana) è la combinazione di asso, due e tre dello stesso seme, e vale tre punti.

È consentita un’accusa multipla, ossia la dichiarazione contemporanea di più bongiochi o napoli. In questo caso i punti guadagnati sono pari alla somma dei punti delle singole accuse.

Di carattere regionale è pure la regola che specifica quando effettuare la dichiarazione. Ad esempio, in alcune regioni italiane l’accusa è obbligatoria, mentre in altre è facoltativa e il suo utilizzo diventa quindi un elemento tattico del gioco.

Su Tressette Stars è possibile scegliere nel quadro comandi, in fase di creazione della sfida, se giocare con l’accusa oppure no. Se si è scelta una sfida con l’accusa,  il sistema mostra in automatico i messaggi di accusa e le caratteristiche della stessa. (vedi immagine)

Nel dettaglio, se tra le caratteristiche del tavolo si è scelto con accusa = SI,  il sistema:

  • sui tavoli singoli accusa in automatico i bongiochi o le napoli quando si effettua la giocata di una delle carte che fanno parte dell’accusa.
  • sui tavoli a coppie accusa in automatico i bongiochi o le napoli alla prima mano quando si è di mano.

NB: i punti delle accuse non vengono assegnati se la squadra che accusa non ha effettuato alcuna presa anche se parziale di punti (es: 1/3 oppure 2/3  di punto)

Glossario

  • Palo: Seme della carta da gioco, i pali possibili sono: coppe, denari, spade e bastoni
  • Battuta: Giocata eseguita dal giocatore di mano
  • Pigliata: La conquista di una battuta
  • Passata: La fase completa di gioco durante la quale le due coppie si contendono gli undici punti in palio
  • Carte da tressette: Il Tre, il Due e l’Asso
  • Carta sovrana: La carta di grado più elevato rispetto a quelle dello stesso palo ancora in gioco
  • Carta soggetta: Carta di grado inferiore ad una o più carte dello stesso palo
  • Venticinque: Espressione usata per riferirsi sinteticamente al Tre e al Due dello stesso palo
  • Ventotto: Espressione usata per riferirsi sinteticamente al Due e all’Asso dello stesso palo
  • Ventinove: Espressione usata per riferirsi sinteticamente al Tre e all’Asso dello stesso palo
  • Napoletana: Il gruppo delle tre Carte di Tresette di uno stesso palo

Norme generali

Il giocatore che abbia principiato la battuta in silenzio, ossia senza averla accompagnata con la dichiarazione relativa al palo di giocata, non può più, finché è di mano, eseguire nessuna dichiarazione relative a tale palo.
Il giocatore che abbia effettuato una dichiarazione relativa al palo di giocata non può più nel corso dell’intera passata rilasciare dichiarazioni che si riferiscano allo stesso palo, tuttavia un giocatore che abbia effettuato una qualsiasi dichiarazione di lunghissimo può sempre comunicare l’eventuale stato ancora lunghissimo dello stesso palo.

Descrizione delle dichiarazioni

Esistono tre tipi di dichiarazioni:

  • Dichiarazioni relative al palo di giocata
  • Dichiarazioni relative al palo di pigliata
  • Dichiarazioni relative agli altri pali

Dichiarazioni relative al palo di Giocata
Il giocatore che principia la battuta ha la possibilità di effettuare una dichiarazione sul palo di giocata (quello a cui si appresta a giocare).
Le dichiarazioni relative al palo di giocata previste dalle normativa moderna sono le seguenti:

  • Sola, giocando l’unica o l’ultima carta del palo, purché non sovrana;
  • Piombo, giocando l’unica o l’ultima carta del palo se trattasi di carta (anche notoriamente) sovrana;
  • Si liscia, giocando la carta di tressette (sovrana o soggetta) o, comunque, la carta di grado superiore (sovrana o soggetta) ad un palo ove è presente solo un’altra carta semplice;
  • Terzo, giocando una carta sovrana o soggetta ad un palo ove siano presenti altre due carte semplici con esclusione del Re;
  • Vero doppio liscio o terzo di Re, giocando una qualsiasi carta semplice di un palo terzo senza carte di tressette ma con il Re che non viene giocato;
  • E’ mia, terzo, giocando una carta semplice soggetta esclusivamente ad una o ad entrambe le altre carte semplici possedute dal giocatore ad un palo terzo;
  • Lungo, giocando l’unica carta di tressette che si possiede ad un palo quarto, o il Re di un palo quarto senza carte di tressette, o una qualsiasi carta semplice di un palo quarto senza carte di tressette e senza il Re;
  • Lungo, tutta la Napoletana o lungo di Re, giocando una qualsiasi carta semplice di un palo quarto senza carte di tressette con il Re che non viene giocato;
  • E’ mia, lungo, giocando una carta semplice soggetta esclusivamente ad una o più delle altre carte semplici possedute dal giocatore ad un palo quarto;
  • Lunghissimo, giocando l’unica carta di tressette che si possiede ad un palo almeno quinto, o il Re di un palo almeno quinto senza carte di tressette, o una qualsiasi carta semplice di un palo almeno quinto senza carte di tressette e senza il Re;
  • Lunghissimo tutta la Napoletana o lunghissimo di Re, giocando una qualsiasi carta semplice di un palo almeno quinto senza carte di tressette con il Re che non viene giocato;
  • E’ mia, lunghissimo, giocando una carta semplice soggetta esclusivamente ad una o più delle altre carte semplici possedute dal giocatore ad un palo almeno quinto;
  • Liscio e busso o Asso terzo, giocando una qualsiasi carta semplice di un palo terzo con l’Asso;
  • Liscio e busso lungo o Asso lungo, giocando una qualsiasi carta semplice di un palo quarto con l’Asso;
  • Liscio busso lunghissimo o Asso lunghissimo, giocando una qualsiasi carta semplice di un palo almeno quinto con l’Asso;
  • Ribusso o Due terzo, giocando una qualsiasi carta semplice di un palo terzo con il Due;
  • Ribusso lungo o Due lungo, giocando una qualsiasi carta semplice di un palo quarto con il Due;
  • Ribusso lunghissimo o Due lunghissimo, giocando una qualsiasi carta semplice di un palo almeno quinto con il Due;
  • Busso o Tre terzo, giocando una qualsiasi carta semplice di un palo terzo con il Tre;
  • Busso lungo o Tre lungo, giocando una qualsiasi carta semplice di un palo quarto con il Tre;
  • Busso lunghissimo o Tre lunghissimo, giocando una qualsiasi carta semplice di un palo almeno quinto con il Tre;
  • Liscio o la migliore o ventotto piombo, giocando il due di un ventotto piombo;
  • Doppio liscio o la migliore o ventotto terzo, giocando il Due o l’Asso di un ventotto terzo;
  • La migliore, lungo o ventotto lungo, giocando una qualsiasi carta di un ventotto lungo;
  • La migliore, lunghissimo o ventotto lunghissimo, giocando una qualsiasi carta di un ventotto lunghissimo;
  • Liscio o la buona o ventinove piombo, giocando il Tre di un ventinove piombo;
  • Doppio liscio o la buona o ventinove terzo, giocando il Tre o l’Asso di un ventinove terzo;
  • La buona, lungo o ventinove lungo, giocando una qualsiasi carta del ventinove lungo;
  • La buona, lunghissimo o ventinove lunghissimo, giocando una qualsiasi carta di un ventinove lunghissimo;
  • E’ mio liscio e piombo o venticinque piombo, giocando consecutivamente il Due ed il Tre (nell’ordine) di un venticinque piombo;
  • E’ mio, terzo o terzo, voglio l’Asso, giocando il Due di un venticinque terzo con o senza il Re;
  • E’ mio, lungo o lungo, voglio l’Asso, giocando una qualsiasi carta di un venticinque lungo con o senza il Re;
  • E’ mio, lunghissimo o lunghissimo, voglio l’Asso, giocando una qualsiasi carta di un venticinque lunghissimo con o senza il Re.

Dichiarazioni relative al palo di pigliata
Il giocatore che, non essendo di battuta, abbia effettuato la pigliata può dichiarare il suo stato al palo di pigliata (quello su cui ha effettuato la presa). Le dichiarazioni possibili sono:

  • Ho fatto questo piombo, quando la presa sia stata effettuata con l’unica o con l’ultima carta del palo in suo possesso;
  • Sono liscio qui, quando ancora si possegga almeno una carta soggetta rispetto alle carte possedute al palo dagli altri giocatori.

Dichiarazioni relative agli altri pali
Il giocatore di mano può effettuare una dichiarazione relativa ai pali diversi da quello di pigliata e da quello di giocata. Le possibili dichiarazioni sono:

  • Feci un piombo, per comunicare di aver esaurito le carte ad uno o più pali diversi da quelli ai quali si sia giocato prima della battuta nella quale il giocatore ha rilevato la mano;
  • Sono faglio a un palo, per comunicare che, in origine o (indistintamente) al momento della dichiarazione, si era o si è sprovvisti di carte ad uno o più pali;
  • Faglio al palo del mio compagno, per comunicare di non possedere alcuna carta al palo dove si ritiene che il compagno, attraverso accuse, sfide, o scarti dello stesso o per altre circostanze di gioco, abbia interesse;
  • Liscio al palo del mio compagno, per comunicare il possesso di almeno una carta non sovrana al palo dove si ritiene che il compagno, attraverso accuse, sfide o scarti dello stesso o per altre circostanze di gioco, abbia interesse.

 

Questo sito fa uso di cookies per offrire i suoi servizi e mostrarti pubblicità. Usando il sito ne accetti la nostra politica d'uso. Ok maggiori informazioni