Stalking online: come fermarlo.

Ragazzo che urla stop

condividi su Facebookcondividi su Google+condividi su Twitter

Stalking online: dai social network ai forum passando per le community.
Come fermarlo? È del 2010 una sentenza della cassazione che afferma che lo stalking avviene anche su Facebook e che lo stalking online è equiparabile allo stalking dal vivo con tanto di sanzioni penali.

Cosa è lo stalking online?

Innanzitutto bisogna chiarire cosa significa la parola “stalking”.

Con stalking si intende ogni tipo di minaccia o molestia ripetuta e assillante che produce nella vittima un grave stato di ansia e di paura, tanto da costringerla al cambiamento delle proprie abitudini di vita per ritrovare la libertà. Questo tipo di pratica con la diffusione dei social network ha trovato nuove modalità di espressione nonostante siano ancora poche (sebbene in continua crescita) le persone che denunciano di aver subito violenza online. Il motivo, al di là della paura, è molto semplice: dimostrare questo tipo di violenza, sottile e ambigua, è estremamente difficile.

Web Stalking: come riconoscerlo e cosa dice la Legge

È del 2010 la sentenza della Cassazione che conferma l’equiparazione tra web-stalking e stalking: chiunque minacci o disturbi qualunque persona fino al punto di provocare un cambiamento del suo stile di vita, rischia fino a quattro anni di carcere. E se le molestie riguardano donne in stato di gravidanza o se si tratta di molestie ripetute nonostante gli ammonimenti, la pena aumenta.

Le molestie possono assumere varie forme, ma il comune denominatore è dato dal fatto che sono indesiderate, spesso ossessive e solitamente illegali. I cyberstalker usano e-mail, messaggi istantanei, telefonate e altri dispositivi di comunicazione per compiere atti di stalking che possono assumere la forma di molestie sessuali, contatti inappropriati o semplicemente attenzione molesta nei confronti della vita e delle attività di una persona e dei suoi familiari.

Accorgimenti per proteggersi dallo stalking

Ecco alcuni importanti indicatori per contrastare il cyberstalking mirato alla vostra persona, al vostro PC o alla vostra famiglia:

  • Controllate sempre l’accesso fisico al vostro computer e ad altri dispositivi abilitati per il web come i telefoni cellulari. I cyberstalker usano software e dispositivi hardware (a volte collegati al tuo PC senza che nemmeno tu lo sappia) per tenere sotto controllo le proprie vittime;
  • Assicuratevi di chiudere sempre i programmi quando vi allontanate dal computer e utilizzate uno screen saver con password. Lo stesso vale per le password sui cellulari. I vostri figli e il vostro partner dovrebbero adottare le stesse buone abitudini;
  • Fate pratica di buona gestione delle password e di sicurezza. Non condividete mai le vostre password con altri. E ricordatevi di cambiarle spesso!
  • Fate subito una ricerca online del vostro nome o di quello dei vostri familiari e controllate i risultati. Non vergognatevi di svolgere ricerche sui siti di social networking e assicuratevi di rimuovere qualsiasi dato personale o non appropriato;
  • Usate le impostazioni sulla privacy in tutti i vostri account online per impedirne la condivisione online con persone al di fuori del cerchio di amici fidati.

condividi su Facebookcondividi su Google+condividi su Twitter

Questo sito fa uso di cookies per offrire i suoi servizi e mostrarti pubblicità. Usando il sito ne accetti la nostra politica d'uso. Ok maggiori informazioni