Naviga per visionare altri contenuti

Come si gioca a solitario con le carte?

Con il termine “Solitario” si identifica qualsiasi gioco a cui partecipa un solo giocatore; il Solitario con le carte è sicuramente il più famoso e diffuso tra questi, ma esistono anche altre varianti come il Solitario della Bastiglia o il Mahjong a uno.

Come ogni gioco, il solitario si pone un obiettivo finale, il cui raggiungimento decreterà che il solitario è “riuscito”. 

La “riuscita” del gioco è generalmente ottenuta tramite un esercizio di logica, mnemonico o matematico, ma talvolta la casualità stessa del gioco lascia alla fortuna buona parte del risultato finale.

Quanti tipi di solitari esistono?

Identificare un numero definitivo, o un elenco ufficiale dei solitari di carte, è un’impresa quasi impossibile; le varianti di gioco da stato a stato, da regione a regione e anche da famiglia a famiglia non sono l’unico impedimento, anche i nomi stessi dei solitari con le carte, altrettanto variabili, non facilitano il lavoro.

Solitario con le carte classico

Tra i solitari classici con le carte, sicuramente i più famosi sono:

Approfondiamone qualcuno…

Solitario Freecell

Solitario classico per eccellenza, Freecell si gioca con un mazzo da 40 o 52 carte (senza Jolly). 

Per giocare è sufficiente possedere un tavolo da gioco relativamente spazioso, su cui si distribuiranno 8 carte scoperte, da cui partiranno 4 colonne da 7 carte e 4 colonne da 6. Bisogna quindi immaginare di avere  a disposizione altre 8 celle libere (free-cell = celle libere): 4 su cui si potrà scegliere di disporre liberamente le carte, e 4 celle su cui posizionare le carte in ordine crescente, divise per seme.

L’obiettivo del gioco è utilizzare tutte le carte del mazzo, architettando stratagemmi logici per lo spostamento delle carte e/o delle file.

Solitario piramide

Il solitario Pyramid o solitario piramide è noto anche con il nome di King Tut o Tut’s Tomb.

Per iniziare a giocare è necessario disporre sul tavolo una piramide di carte coperte con base 5 + un’ulteriore base di 6 carte scoperte finali. 

Le carte rimanenti formeranno “il tallone”.

L’obiettivo del gioco è scartare tutte le carte presenti sia nella piramide che nel tallone; per farlo bisogna sommarle di volta in volta tra loro per ottenere in totale 10.

Man mano che il gioco procede potranno essere scoperte anche le altre carte della piramide divenute “libere”, ossia non coperte da nessun’altra carta.

Solitario con le carte napoletane

Anche con le carte napoletane è possibile giocare a diversi solitari, tra cui:

  • solitario piramide (di cui abbiamo già parlato);
  • napoleone;
  • orologio;
  • solitario dei re;
  • bidone.

Probabilmente il solitario con le carte napoletane più noto è però il solitario del nonno (o solitario del nonno Raffaele), che può però essere fatto anche con altre carte italiane o francesi (le stesse carte usate per giocare a scala 40).

Solitario con le carte siciliane

Così come con le carte napoletane, è possibile sfruttare anche le carte siciliane per giocare al solitario.

Tra i tanti solitari con carte napoletane a cui potreste giocare citiamo:

  • solitario piramide (di cui abbiamo già parlato);
  • solitario dell 5 carte.

Stai cercando giochi di carte online?

Se non hai voglia di giocare a carte da solo, leggi il nostro articolo e gioca in compagnia, sfidando il computer o contro avversari reali su Giochi Stars!

Potrai scegliere tra Burraco, Burraco reale, Traversone, Scopa, Scopone, Briscola, Briscola in 5, Tressette, Asso Pigliatutto e non solo…

Oppure puoi iscriverti ai nostri tornei!

Cosa aspetti, se hai voglia di compagnia, vieni a divertirti giocando gratis online!

Ricerca
Post recenti
altri post
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati fanno uso di cookie necessari al proprio funzionamento.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti la nostra politica d'uso.