carte trevigiane a ventaglio

La Briscola è uno dei giochi di carte più amati in Italia e ha numerose varianti che differiscono leggermente da regione a regione.

Sicuramente, una delle varietà più diffusa è la così detta Briscola i 5, anche nota come Briscola Chiamata, Bastarda, Quintilio e in questo articolo ne scopriremo le peculiarità e le regole.

Le regole della Briscola in 5

Come si può intuire dal nome, la briscola in 5 prevede la partecipazione di 5 giocatori divise in due squadre diverse: una è composta da 3 giocatori, l’altra da due.

La singolarità di questa organizzazione è che per gran parte della partita, i giocatori coinvolti non hanno idea dell’effettiva composizione della propria squadra.

Ogni giocatore ha 8 carte in mane e il seme di Briscola si stabilisce dopo la chiamata, ovvero la prima fase del gioco, che poi, invece, procede come la Briscola standard.

Il valore di presa delle carte è il seguente: Asso > Tre > Re > Donna > Jack > Sette > Sei > Cinque > Quattro > Due.

Preparazione e svolgimento del gioco

Il mazziere mischia le 40 carte e ne distribuisce 8 a ciascun giocatore. Quindi inizia la prima fase del gioco: la chiamata.

Tutto parte dal mazziere, che mischia 40 carte e ne smista 8 a ogni giocatore.

Chiamata

Ora, inizia la fase della chiamata, che apre il gioco: il giocatore alla destra del mazziere chiama solo il valore della carta che gli serve tenendo sempre a mente il seme.

Viene chiamata una carta quando, con essa, si ha la certezza di avere una mano forte: quando si chiama una carta, infatti, si dichiara di essere potenzialmente in grado di vincere raggiungendo i 61 punti con il proprio compagno che possiede quella carta.

A questo punto, tutti gli altri giocatori, a turno, possono chiamare solo carte inferiori rispetto all’ultima chiamata: quando nessuno effettua una chiamata, la partita va a monte e si ricomincia.

Quando invece qualcuno chiama la carta, ma nessuno vuole chiamarne una inferiore, il giocatore che ha effettuato la chiamata deve palesare il suo seme; se è quello di briscola, chi ha in mano la carta diventa automaticamente il suo compagno di squadra, cosa che creerà la squadra avversaria.

Le squadre non vengono rivelate.

In questo momento inizia una vera e propria partita di Briscola, dove le carte in mano a ogni giocatore sono 8 e non 3 e con la grande incertezza di non sapere chi fa della propria squadra.

Quando si vince?

Nella Briscola in 5 vince la squadra che arriva a 61 o più punti entro la fine della partita.

Questi sono i valori delle carte:

  • Asso: 11 punti
  • Tre: 10 punti
  • Re: 4 punti
  • Donna: 3 punti
  • Jack: 2 punti
  • altro: 0 punti

Quali sono le strategie vincenti per la Briscola in 5?

Quando si gioca a Briscola in 5 la prima cosa da fare è, ovviamente, capire chi sia un compagno di squadra e chi un avversario.

Un metodo interessante (anche se rischioso) è quello di chiamare dei carichi e giocare una briscola alta; così si mettono i bastoni tra le ruote a chi finge di essere nella nostra squadra, portandolo a perdere molti punti.

Viene quindi da sé, che si devono evitare in qualsiasi modo i tranelli degli avversari.

Nella chiamata, è bene inoltre chiamare solo se si è fiduciosi di poter vincere quasi solo con le proprie carte e un opportuno seme di briscola, poiché altrimenti lo svantaggio di essere in 2 contro 3 potrebbe diventare irrecuperabile.

Altra strategia utile è chiamare solo quando si è fiduciosi di poter vincere quasi solo con le proprie carte e con il seme di briscola giusto; in caso di fallimento in questa fase, si potrebbe avere lo svantaggio di giocare un 2 contro 3.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati fanno uso di cookie necessari al proprio funzionamento.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti la nostra politica d'uso.