Alberto Sordi nel film Lo scopone scientifico

Lo Scopone Scientifico è un gioco molto apprezzato e giocato, dalle origini antiche e incerte. Ma accanto al gioco di carte, molti associano il nome Scopone Scientifico anche al cinema.

Lo Scopone Scientifico è infatti un film considerato una pietra miliare della commedia italiana. Il film è diretto da Luigi Comencini e risale al 1972. Nel cast può vantare attori del calibro di Alberto Sordi e Silvana Mangano.

La trama del film

Il film ha tra le sue caratteristiche centrali proprio il gioco dello Scopone Scientifico, in particolare una partita giocata fino allo stremo tra i due protagonisti Peppino e Antonia (Sordi e la Magnani) e una vecchia ricca signora americana.

Peppino e Antonia sono due poveri di borgata e sperano attraverso la partita di Scopone Scientifico di sbarcare il lunario e tirarsi fuori da una esistenza magra e risicata.

La vecchia miliardaria americana gira il mondo con il suo segretario George (anche compagno di scopone scientifico). A Roma i due invitano ogni anno Peppino e Antonia a giocare a carte.

Peppino e Antonia, allenatosi a lungo, si preparano per una nuova partita. Il match si svolgerà in varie fasi che vedranno diversi protagonisti partecipare e cambiamenti repentini nei vantaggi (e nel giro di soldi vinti e persi).

Il finale del film è tragicomico in linea con la tradizione di altri film del Neorealismo italiano. Il film di Comencini è stato insignito del David di Donatello nel 1973 e lo stesso anno anche del Nastro d’Argento.

I significati del film

Il gioco dello Scopone Scientifico viene usato nel film come una metafora socio-economica della vita. Lo stesso regista Comencini ha dichiarato:

Trovo che Lo scopone scientifico sia una favola molto giusta sulla lotta dei deboli contro i potenti

In effetti il leitmotiv della pellicola è proprio il parallelismo tra ricchi-poveri, aristocrazia e plebe, tra i primi e gli ultimi e sul potere ineluttabile dei denaro. Il tutto sullo sfondo di un gioco di carte, quello dello Scopone Scientifico, che si contraddistingue per le grandi capacità di memoria richieste e l’elevato livello di concentrazione.

Per approfondire: le regole dello Scopone Scientifico

Tra i personaggi noti appassionati del gioco dello Scopone Scientifico si annoverano anche: Pirandello, Ugo La Malfa, Benito Mussolini, Andreotti, Sandro Pertini, Dino Zoff, Bearzot e Bruno Pizzul.

Un’altro ricordo storico particolarmente noto con al centro il gioco dello Scopone Scientifico e la partita del 1982 in aereo tra Pertini, Zoff, Causio e Bearzot. La partita venne giocata sullo sfondo della Coppa del Mondo di calcio vinta proprio in Spagna nel 1982.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati fanno uso di cookie necessari al proprio funzionamento.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti la nostra politica d'uso.