La scopetta è un famoso gioco di carte italiano, il cui svolgimento coinvolge l’utilizzo di un mazzo di quaranta carte da gioco. Ad ogni carta viene dato un valore da 1 a 10. Vince la partita chi riesce a scopare o spazzare via tutte le carte in tavola, termine dal quale prende nome il gioco. Il gioco risale al diciottesimo secolo, epoca a cui risalgono le prime testimonianze che confermano il fatto venisse praticato nelle corte dei nobili e degli antichi re d’Italia.

Come si gioca
La scopetta può essere giocata da un minimo di due persone fino ad un massimo di sei, è possibile giocare anche a squadra, alternando i turni dei giocatori di entrambe le squadre.
Colui che ha il compito di distribuire la prima mano di gioco, solitamente viene estratto a sorteggio, o tramite l’accordo dei giocatori. Il così detto mazziere, prima di iniziare a distribuire le carte a tutti i giocatori presenti in tavola, fa dividere il mazzo alla persona posta alla sua destra.
Una volta tagliato il mazzo, viene distribuito, sempre dal mazziere, ai giocatori, a cui vengono date tre carte coperte a testa, e quattro sul banco di gioco.
Solo una che ogni giocatore avrà esaurito le carte della propria mano il mazziere potrà procedere ad una nuova distribuzione, ripetendo il procedimento fino a carte esaurite.
Come accennato prima, ogni partecipante al gioco dovrà calare una carta, procedendo sempre in senso orario. Se la carta calata è di valore uguale o superiore ad una carta già presente sul tavolo da gioco, il giocatore avrà il diritto di prenderla e riporla in un mazzo coperto davanti a sé, altrimenti dovrà abbandonare la carta giocata sul banco, dando così l’opportunità ai giocatori successivi di poterla prendere, in caso detenessero a loro volta una carta di valore uguale o maggiore. Vince colui che riesce a prendere tutte le carte del banco da gioco ottenendo di conseguenza un punteggio del proprio mazzo superiore a quello degli altri partecipanti alla partita.

Giocare a scopetta con un mazzo di carte napoletano
Giocando a scopetta con un mazzo di carte napoletano, le regole di base restano sempre le stesse, tuttavia cambiano i valori delle carte.
Il valore delle carte in questa variante di gioco diventa nominale: “Asso, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, fante, cavallo, re.” I semi perdono ogni loro valore, che viene attribuito solamente alle carte numeriche. Il mazziere avrà il compito di fornire i giocatori di tre carte ciascuno, mettendone sempre quattro sul banco di gioco, successivamente ogni giocatore andrà a raccogliere le carte di pari o maggiore valore della sua mano, come per la variante con mazzo classico, vince chi scopa via tutte le carte.

La scopetta è un gioco tutt’oggi ancora molto diffuso tra gli italiani, può essere giocato sia in compagnia dei propri familiari o amici, sia sul web, affidandosi a siti come giochistars.it, che consentono di giocare direttamente dal tablet o dal proprio smartphone.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati fanno uso di cookie necessari al proprio funzionamento.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti la nostra politica d'uso.