condividi su Facebookcondividi su Twitter

Quest’oggi avviamo i primi passi verso una rivoluzione della classifica di gioco: la nuova classifica Elo!

Da tempo il nostro sito utilizzava il sistema Elo per determinare la bravura di un giocatore.
Il sistema Elo è considerato il miglior metodo di classificazione dei giocatori ed è adottato anche da molti altri siti.

Purtroppo nel tempo il calcolo si è rivelato poco attendibile poiché non teneva conto della progressione di gioco ed inoltre introduceva anomalie a seguito dei bilanciamenti che venivano operati quotidianamente.

Si dice che le cose semplici funzionino meglio, ecco quindi la decisione di snellire il calcolo Elo delle classifica.

Il punteggio da oggi verrà calcolato applicando l’Elo nella sua formulazione originale (vedi https://it.wikipedia.org/wiki/Elo).
Il procedimento è molto semplice e parte da una premessa: il rendimento di un giocatore non può essere misurato in maniera assoluta, può solo essere dedotto dai suoi risultati.
I punteggi hanno significato solo relativamente ai punteggi degli avversari.
Ogni giocatore avrà un punteggio Elo iniziale di 1.500 punti; ad ogni partita, sulla base del punteggio Elo dell’avversario, verrà stabilita la variazione in punteggio che ciascuno subirà in caso di vittoria, pareggio o sconfitta.

Per i più “matematici”, abbiamo fissato uno scarto di 200 punti Elo come soglia per avere una probabilità di vittoria del 75%.
Il coefficiente K impiegato per determinare lo scarto punti è stato valutato secondo lo standard adottato dalla FIDE (vedi http://www.fide.com/fide/handbook.html) ovvero 40 se si sono giocate solo 18 sfide, 30 se ne sono state giocate 35, 10 in tutti gli altri casi.

Il risultato sarà una classifica ordinata sulla base della vera abilità del giocatore: per ogni partita, saranno attribuiti a un giocatore un totale di punti proporzionali alla difficoltà della partita stessa. In questo modo, un giocatore in fondo alla classifica, battendo un giocatore in testa alla classifica guadagnerà molti più punti in proporzione rispetto a quanti ne vincerebbe il suo avversario.

Da notare che un giocatore esperto non “correrà rischi” giocando contro uno meno esperto poiché, in caso di sconfitta, non si vedrà estremamente penalizzato.
Questo poiché il nuovo calcolo adottato tiene conto dell’esperienza del giocatore, pertanto una sconfitta occasionale non incide gravemente sul suo punteggio.

Infine non saranno decrementati i punti per coloro che non giocano giornalmente: i punti sono un gruzzolo che si mantiene nel tempo e non si altera se non si gioca.

 

Buon divertimento e che vinca il migliore!

condividi su Facebookcondividi su Twitter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati fanno uso di cookie necessari al proprio funzionamento.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti la nostra politica d'uso.